PAESAGGI, PANORAMI E SCENOGRAFIE

PREMI LA BARRA SPAZIATRICE PER AVANZARE

Un caso di

revisionismo

storico-panoramico

al confine tra Turchia e Armenia

DOVE SIAMO?

CHI VIVE QUI?

AZERI

TURCHI

CURDI

Parte Prima

GLI STRUMENTI

PAESAGGIO

Ha una connotazione che esclude qualsivoglia azione umana – costruzione o osservazione – quasi si riferisse a qualcosa che esiste prima e nonostante l'uomo e qualsiasi opera di antropizzazione

Il paesaggio è incontaminato, è qualcosa che richiama un ipotetico «stato di natura»

PANORAMA

Comprende tutto quel che vedo: sembrerebbe dunque un termine capace di indicare in maniera specifica l’ambiente (un tutto) come prodotto materiale e culturale dell’azione umana.

Il panorama presuppone un rapporto di reciproca modifica tra l'ambiente e l’azione umana.

PAESAGGIO

PANORAMA

SCENOGRAFIA

PANORAMI?

SCENOGRAFIE?

PANORAMA SCENOGRAFIA
diverse finalità e utilizzi una funzione e un utilizzo
prodotto su qualcosa di precedente prodotta su una tabula rasa
stratificato (più progetti, in divenire) progettata (un progetto, immanente)
aggregato di pianificazioni diverse risultato di un’unica pianificazione
contesto per tutti i tipi di azione contesto per un’azione specifica
significati e registri eterogenei significato e registro omogeneo
complessità propria del reale semplicità propria della finzione

PANORAMA

Un aggregato più o meno armonico di diverse pianificazioni e tracce, il risultato di diverse azioni e intenzioni (tempi e spazi).

Ladri di biciclette (1948) De Sica

SCENOGRAFIA

Un contesto per una narrazione specifica, un luogo coerente e pianificato frutto di una sola azione e una sola intenzione (un tempo e uno spazio).

Roma (1972) Fellini

LUOGO

STORIA

DESCRIZIONE

ESPERIENZA

RACCONTO

Parte Seconda

L'INDAGINE

RAMAZAN BAYRAMi

Una provincia, due Islam

TEMEL

Storia di un curdo giunto a Igdir

FiRAT

Storia di un turco giunto a Igdir

COSA SONO QUELLE SPADE?

"Un monumento alle persone uccise dagli armeni"

Mehmet

Storia di un azero di Igdir

Monumento e museo dei martiri turchi massacrati dagli armeni

Le Targhe

1. La disponibilitÀ turca

2. La lotta alle menzogne

3. L’accusa (o la colpa)

4. La verità / realtà storica

5. La contro-polemica

6. Le firme (o l'autorevolezza)

La fossa di Oba

Cento narratori,

Mille narrazioni

Parte Terza

DESCRIZIONI

Armeni e Curdi

"A vast plain, peopled with countless villages; the towers and spires of the churches of Eitch-mai-adzen, arising from amidst them; the glittering waters of the Araxes, flowing through the fresh green of the vale; and the subordinate range of mountains skirt- ing the base of the awful monument of the antediluvian world. It seemed to stand, a stupendous link in the history of man, uniting the two races of men before and after the flood"

Sir Robert Porter, 1821

L'Ararat e i monasteri

"The town of Igdir, with its local and near-by population of 30,000 Armenians, 20,000 Tatars, and 15,000 Yezidis, revealed some squalid streets with but a few people seated disconsolately here and there, as we drove in. Throughout those tortuous sun-beaten byways no children played and no animals roamed. The air was heavy with dreadful silence, such as hangs over plague-smitten communities."

Melville Chater, 1919

"The border city of Iğdır, which denotes the eastern end of Turkey, stands apart from other residential areas with the large fertile plain with the same name."

Pubblicità della Turkish Airlines

70,000 abitanti

"Fault Lines"

Titolo della mostra fotografica di George Georgiou

Tracce

(dis)continuità

Caravanserraglio
di Zor

Kars, Van, oltreconfine

Parte Quarta

STRATEGIE

COSA c'è?

Cosa manca?

L'astrazione del panorama dalla Storia

– e la sua collocazione nella Storia della Turchia Moderna –

Costruire un panorama

Un panorama che potesse avere un significato omogeneo e che fosse anche un contesto per il modo di pensare degli attori locali, dei viaggiatori e dei curiosi - rispettivamente di pensare la propria esistenza, il presente e la Storia.

PANORAMA SCENOGRAFIA
diverse finalità e utilizzi una funzione e un utilizzo
prodotto su qualcosa di precedente prodotta su una tabula rasa
stratificato (più progetti, in divenire) progettata (un progetto, immanente)
aggregato di pianificazioni diverse risultato di un’unica pianificazione
contesto per tutti i tipi di azione contesto per un’azione specifica
significati e registri eterogenei significato e registro omogeneo
complessità propria del reale semplicità propria della finzione

1804-1813 Prima Guerra Russo-Persiana

1826-1828 Seconda Guerra Russo-Persiana

1840-1850 Igdir dall’Oblast al Governatorato Armeno

1877–1878 Guerra Turco-Russa

1889–1907 Scontri civili-militari

1908–1914 Giovani Turchi e inizio massacri

1914–1918 Prima Guerra Mondiale, Campagna di Caucaso, Genocidio Armeno

1918-1920 Scontri Turco-Armeni

1921-1922 Scontri e definizione confini Armenia Sovietica

1987-OGGI Conflitto del Nagorno-Karabakh

Vittorio Emanuele II

CONCLUSIONI

PROGETTI VS PRATICHE

Triangolo

PAESAGGI, PANORAMI E SCENOGRAFIE

Un caso di revisionismo storico-panoramico al confine tra Turchia e Armenia

* * *

GIACOMO GOLINELLI

giacomo.golinelli@gmail.com